Informazioni

Sede: via Michon 8, 57126 Livorno - C.F.: 80011950492
Telefono: 0586-897361 - 0586-897627 - Fax: 0586-897627

Email: info@medicilivorno.it
Email PEC: segreteria.li@pec.omceo.it

Payday Loans

A Free Template From Joomlashack

-->

Link utili

Collegamento a contenuti esterni al sito dell'Ordine.

FNOMCeO
Sito ufficiale della Federazione Nazione

Ricerca Iscritti FNOMCEO
Pagina che consente la ricerca di Medici iscritti all'Ordine

ENPAM
Ente previdenziale di categoria

Notizie
Nuove schede ISTAT per causa di morte PDF Stampa E-mail

NUOVE SCHEDE ISTAT PER CAUSE DI MORTE
Sono state pubblicate le nuove schede ISTAT per la denuncia delle cause di morte da utilizzare dal 1° gennaio 2011. La novità più rilevante è rappresentata dall’abolizione di due modelli distinti per maschio e per femmina. I nuovi modelli sono scaricabili da questo sito nella sezione “Modulistica”.

 
Linee guida per ipercolesterolemia PDF Stampa E-mail

LINEE GUIDA PER TRATTAMENTO DELL’IPERCOLESTEROLEMIA
Con delibera n. 986 del 22/11/2010, modificata con delibera n. 1019 del 29/11/2010 pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 49 del 07/12/2010, la Regione Toscana ha approvato le “Linee di indirizzo sulla terapia farmacologica dell’ipercolesterolemia”. I Colleghi possono visionare e stampare il testo integrale delle “Linee guida” direttamente da questo sito collegandosi nella sezione “Normative”.

 
GUIDA PER GLI ANZIANI 2011 PDF Stampa E-mail

GUIDA PER GLI ANZIANI
La Comunità di Sant’Egidio ha pubblicato la guida “Come rimanere a casa propria da anziani”. Questa guida illustra i servizi comunali di assistenza aiutando gli anziani, che lo desiderano, a poter rimanere a casa propria. La Comunità ha espresso il desiderio di fornire, gratuitamente, una copia della guida a tutti i medici di famiglia. Chi fosse interessato ad avere questo interessante vademecum può collegarsi al seguente link:
http://www.santegidio.org/index.php?pageID=2031&idLng=1062&res=1
altrimenti è possibile richiederla direttamente alla Comunità Sant’Egidio Via Carraia 2 Livorno, e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. oppure telefonicamente al n. 0586-211893.

 
Idoneità fisica per patenti guida PDF Stampa E-mail

MODIFICHE ALLE “NORME MINIME CONCERNENTI L’IDONEITA’ FISICA E MENTALE PER LA  GUIDA DI UN VEICOLO A MOTORE”
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 301 del 27/12/2010 è stato pubblicato il Decreto del 30/11/2010 in merito al Recepimento della Direttiva 2009/112/CE recante modifica alla direttiva 91/439/CEE concernente la patente di guida.
In modo particolare è stato sostituito l’allegato terzo recante le “Norme minime concernenti l’idoneità fisica e mentale per la  guida di un veicolo a motore”.
Il testo integrale del Decreto e degli Allegati I, II, e III sono scaricabili nella sezione “Normative”.

 

 
VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO DI CUI ALL’ART. 28, COMMA 1-BIS DEL D.LGS. 81/08 PDF Stampa E-mail

Comunicazione n. 81 del 02/12/2010 della FNOMCeO
Oggetto: VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO DI CUI ALL’ART. 28, COMMA 1-BIS DEL D.LGS. 81/08: Circolare del Ministero dei Lavoro
Con lettera circolare del 18 novembre 2010 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha fornito indicazioni necessarie alla valutazione del rischio da stress lavoro correlato di cui all'articolo 28, comma l-bis, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, e successive modificazioni e integrazioni. L'art. 28, comma 1, del D.Lgs. 81/08 prevede che la valutazione dei rischi, obbligo del datore di lavoro  pubblico e privato, debba essere effettuata tenendo conto tra l’altro dei rischi da stress lavoro-correlato.
La valutazione del rischio da stress lavoro-correlato deve avvenire tenendo conto delle indicazioni metodologiche, fornite dalla Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro di cui all'art. 6 del D.Lgs. 81/0, necessarie a un corretto adempimento dell'obbligo di valutare il rischio da stress lavoro-correlato.
La Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro ha stabilito che la data del 31 dicembre 2010, di decorrenza dell'obbligo previsto dall'art. 28, comma l-bis, del D.Lgs. 81/08, debba essere intesa come data di avvio delle attività di valutazione. La programmazione temporale delle attività di valutazione e l'indicazione del termine finale di espletamento delle stesse debbono essere riportate nel documento di valutazione dei rischi.
Nelle imprese che occupano fino a 5 lavoratori la valutazione può essere più "semplice"; ad esempio il datore di lavoro può scegliere di utilizzare modalità di valutazione che garantiscano il coinvolgimento diretto dei lavoratori nella ricerca delle soluzioni e nella verifica della loro efficacia.
Ciò detto, considerato che a tale adempimento è correlato un apparato sanzionatorio (art. 55 del D.Lgs. 81/08) e visto che per la valutazione del rischio stress lavoro-correlato il datore di lavoro si avvale del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione con il coinvolgimento del medico competente, è opportuno che gli Ordini provinciali rispettino le disposizioni in materia di sicurezza e tutela della salute nei luoghi di lavoro.
Si ricorda infatti che negli Ordini provinciali la figura del datore di lavoro è rappresentata dal Presidente quale rappresentante legale dell'Ente.
Al tempo stesso si rileva che tali disposizioni si applicano anche agli studi medici-odontoiatrici ove vi siano dei dipendenti.
In conclusione si invitano tutti gli Ordini provinciali a dare la più ampia diffusione della circolare indicata in oggetto con specifico riferimento all'ambito territoriale di propria
competenza.

 
<< Inizio < Prec. 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 Succ. > Fine >>

Pagina 30 di 30