Informazioni

Sede: via Michon 8, 57126 Livorno - C.F.: 80011950492
Telefono: 0586-897361 - 0586-897627 - Fax: 0586-897627

Email: info@medicilivorno.it
Email PEC: segreteria.li@pec.omceo.it

Payday Loans

A Free Template From Joomlashack

-->
PROCEDURE STANDARDIZZATE PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CON DECORRENZA 01 GIUGNO 2013 PDF Stampa E-mail

Sulla Gazzetta Ufficiale del 6 Dicembre u.s. è stato pubblicato il comunicato del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali recante "Recepimento delle procedure standardizzate di effettuazione della valutazione dei rischi di cui all'articolo 29, comma 5, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modifiche ed integrazioni, al sensi dell'articolo 6, comma 8, lettera f), del medesimo decreto legislativo". Si rileva che scopo della procedura è indicare un modello di riferimento sulla base del quale effettuare la valutazione dei rischi e il suo aggiornamento, al fine di individuare le adeguate misure di prevenzione e di protezione ed elaborare il programma delle misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Il modello, approvato dalla Commissione consultiva, si applica alle imprese che occupano fino a 10 lavoratori ma può essere utilizzato anche dalle imprese fino a 50 lavoratori. Pertanto tutti i titolari di studio medico e odontoiatrico che occupano fino a 10 lavoratori, ai quali fino ad oggi è stato concesso di autocertificare la valutazione dei rischi (art. 29, comma 5, del D.Lgs. 81/08), dovranno procedere ad elaborare il documento di valutazione dei rischi secondo il modello di cui alle procedure standardizzate a far data dal 1° Giugno 2013. Si rileva che l'effettuazione della valutazione dei rischi sulla base delle procedure standardizzate è una precisa responsabilità del titolare dello studio professionale, in quanto datore di lavoro a cui è correlato un pesante apparato sanzionatorio che prevede l'arresto da tre mesi a sei mesi o l'ammenda da 2.500 a 6.400 euro). Si ricorda che il documento di valutazione dei rischi deve, ai sensi dell'art. 29, comma 4, del D.Lgs. 81/08, essere sempre custodito all'interno del proprio studio (l'art. 55, comma 5, lett. f, dispone la sanzione amministrativa pecuniaria da 2.000 a 6.000 euro). Si evidenzia quindi che l'art. 1, comma 3, del decreto interministeriale 30 novembre 2012 prevede che i datori di lavoro nell'effettuazione della valutazione dei rischi debbano utilizzare la modulistica allegata al decreto.  Si ricorda che il DVR deve avere data certa o attestata dalla sottoscrizione del documento, ai soli fini della prova della data, da parte del responsabile del servizio di prevenzione e protezione, del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza o del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale e del medico competente ove nominato. In assenza del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS) e del medico competente la data certa va documentata con PEC o altra forma prevista dalla legge (ricorso alla c.d autoprestazione presso uffici postali prevista dall'art. 8 del D.Lgs. 261/99). In conclusione si rileva che, qualora una azienda con meno di dieci lavoratori abbia già un proprio DVR (in quanto ha deciso di non avvalersi della facoltà di autocertificare la valutazione dei rischi ma di preparare comunque un DVR pur non essendovi obbligata), tale documento non dovrà essere necessariamente rielaborato secondo le indicazioni standardizzate, fermi restando gli obblighi di aggiornamento legati alla natura dinamica del DVR.

  scarica procedure standardizzate

scarica Modulistica

 
GRADUATORIA CONCORSO MMG 2012/2015 PDF Stampa E-mail

La Regione Toscana, con il Decreto n. 4369 del 24/09/2012, ha approvato la Graduatoria dei Medici che hanno superato il concorso per l’accesso al Corso di formazione specifica in Medicina Generale 2012/2015. La Graduatoria è consultabile sul sito della Regione Toscana   http://www.regione.toscana.it/sst

 
FONDO SANITA' PDF Stampa E-mail

 FONDO SANITA'

Si informano gli iscritti della possibilità di iscrivere al Fondo Sanità ENPAM anche i propri figli, purchè  fiscalmente a carico.Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.fondosanita.it o chiamare direttamente il Fondo Sanità al numero 06 48294333

 

 

 
REGISTRO ITALIANO DEI MEDICI – NUOVE RICHIESTE DI SOTTOSCRIZIONE PDF Stampa E-mail

Giungono notizie che il Registro Italiano dei Medici ha ripreso ad inviare a tutti gli iscritti una comunicazione con cui chiede dati ed informazioni ai medici per una eventuale pubblicazione sul Registro stesso. Si ribadisce nuovamente che tale iniziativa ha carattere esclusivamente privatistico e commerciale e, soprattutto, che in nessun modo riguarda gli Ordini e la Federazione. Si segnala inoltre che l’adesione all’iniziativa prevede elevati costi a carico dei sottoscrittori.
 

 
ABOLITO IL DOCUMENTO PROGRAMMATICO DELLA SICUREZZA PDF Stampa E-mail

Il Decreto Legge n. 5 del 9 febbraio scorso (cosiddetto "Decreto Semplificazioni") ha abolito l'obbligo di predisporre e aggiornare il Documento Programmatico sulla Sicurezza (DPS) precedentemente previsto dalla Legge sulla Privacy. Il Decreto Legge è già stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, quindi è già in vigore, per cui, fermo restando che dovrà essere convertito in legge, già da adesso sopprime l'obbligo anche per i medici e gli odontoiatri di redigere o aggiornare il DPS entro il 31 marzo di ogni anno. Ciò non toglie che i medici e gli odontoiatri dovranno continuare (come sempre) ad utilizzare i dati sanitari dei propri pazienti con la massima riservatezza e il massimo rispetto del segreto professionale, ma eliminare la necessità della redazione del DPS rappresenta indubbiamente una semplificazione che comporta un sicuro risparmio di tempo e di risorse per i professionisti.

 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Succ. > Fine >>

Pagina 19 di 20